Quando nasce un figlio
nasce anche una mamma

NUOVI ARRIVI

PROMOZIONI

I nostri must per i neogenitori

Corredo neonato: un regalo per coccolare il proprio bimbo

Scegliere i primi indumenti per un pargoletto appena nato o addirittura nascituro è una piccola, emozionante avventura, soprattutto per le mamme e per i papà che vivono questo momento per la prima volta. Per indovinare quale capo starà meglio al primogenito o alla primogenita, non ci sono delle vere e proprie regole: l’unica parola d’ordine sarà il suo comfort, dal momento che benessere e salute vengono prima di qualsiasi moda. Vediamo dunque insieme quali opportunità cogliere per fare il giusto regalo al nuovo arrivato in famiglia, bimbo o bimba che sia. Come comporre un corredo neonato All’interno di un corredino dedicato ai neonati possono rientrare (letteralmente) decine e decine di oggetti diversi: copertine, cappellini, tutine, pannolini, mini accappatoi e ancora body, magliette, tiralatte, biberon, una culla e dei pelouche per far sentire a proprio agio il bambino. Non occorre però darsi allo shopping forsennato né prevedere sin da subito tutte le esigenze che si avranno: dotarsi degli strumenti di base sarà comunque sufficiente per poter poi ritagliarsi un momento di calma e di respiro in cui pensare agli acquisti aggiuntivi. Da dove cominciare, dunque? Corredo neonato – I materiali Innanzitutto, vale la pena specificare che optare per materiali anallergici e per capi di vestiario privi di lacci, legacci ed elementi che possano graffiare la delicatissima cute del neonato (o della neonata) è una scelta valida e prudente: ci sarà tempo in seguito per agghindare in modo più fru fru e complesso il proprio pargoletto, ma in un primo momento sarà meglio attenersi alla semplicità. Il cotone è il filato più adatto per rispondere alle caratteristiche di morbidezza e igroscopia che saranno apprezzate da una pelle sensibile esposta alla primavera o al caldo dell’estate; anche in autunno, tuttavia, saranno indicati capi e copertine in cotone per il contatto con la pelle, dal momento che sarà comunque possibile utilizzare giacchine e coperte aggiuntive per riparare il piccolo dalle temperature più basse della sera. Corredo neonato – La praticità prima di tutto Come abbiamo già detto, la semplicità è un valore essenziale in questo momento, in particolar modo nel vestiario mignon che si dovrà utilizzare nella prima fase di vita di tutti i bimbi. Facile da indossare e da lavare, privo per quanto possibile di ricami, cuciture e lavorazioni in pizzo o comunque abrasive, un vestitino dev’essere sicuro, confortevole ed elastico, per potersi adattare alla veloce crescita dei primi mesi. La nostra certificazione OEKO-TEX per i tessuti in cotone dà un’importante garanzia in merito all’assenza di coloranti nocivi. Allo stesso tempo, la lavorazione dei nostri tessuti è portata avanti avendo in mente le esigenze dei bambini più piccoli, che sperimentano per la prima volta la “costrizione” di un abito, e delle loro mamme, che dovranno farglielo indossare: per questo abbiamo scelto di realizzare spacchi e aperture che rendano più agevoli le operazioni di vestizione e il cambio del pannolino, per far tirare un sospiro di sollievo sia alle mamme che ai nuovi nati. Un punto di partenza per un corredo neonato ideale Ecco infine i nostri suggerimenti per comporre adeguatamente un corredo di base per salutare una nuova nascita, con capi realizzati in puro cotone certificato e made in Italy: li troverete disponibili on line, alla portata di un click.

Un cuscino in puro cotone per la gravidanza e l’allattamento

Soprattutto per le donne primipare, ovvero alle prese con la prima gravidanza e il primo parto, è importante sperimentare ogni tipo di aiuto per poter vivere al meglio i nove mesi di gestazione e il successivo periodo neonatale. Tra gli oggetti più “coccoli” a cui rivolgersi per questo scopo ci sono i cuscini per l’allattamento, che si rivelano già utilissimi in gravidanza per aiutare a trovare una posizione confortevole a letto: il sonno, infatti, è fondamentale per il benessere dei nascituri e delle loro mamme, ma con il pancione a volte è difficoltoso riuscire a riposare adeguatamente. La forma ergonomica del cuscino permette di accomodarsi stringendolo tra le gambe, in posizione stesa o leggermente reclinata, abbracciandolo e cambiandone la forma a seconda delle proprie esigenze. La sua funzione principale è quella di sostenere il peso della pancia qualora si voglia provare a dormire stese di lato, in particolar modo quando la data del parto inizia ad essere molto vicina, ma ciascuna donna può sperimentare diverse modalità di utilizzo personalizzando l’esperienza in base alle necessità del momento.   La fase dell’allattamento Dopo aver utilizzato il cuscino per la gravidanza, è possibile continuare a servirsene per l’allattamento al seno, un’altra occasione in cui il legame tra mamma e bambino si fa più stretto: per vivere al meglio la dolcezza di questi attimi, è indispensabile che entrambi ci si senta comodi e a proprio agio, senza preoccupazioni o impacci dati dall’inesperienza. Un consiglio dagli esperti Non tutti sanno che, post-parto, le neomamme ricevono la visita di una consulente per l’allattamento, nuova figura professionale che è stata individuata con il fine di prevenire, individuare e risolvere le problematiche legate al tenere in braccio e portare alle mammelle una creatura ancora fragile e delicata, di cui occorre imparare ad occuparsi. Uno dei consigli ricorrenti dati da queste figure professionali è proprio quello di dotarsi di un confortevole cuscino su cui adagiare il piccolo, in una posizione rialzata che gli permetta di raggiungere i capezzoli della sua mamma senza bisogno di ulteriore aiuto. Sostenere anche pochi chili di peso per un periodo di tempo prolungato, infatti, non è esattamente facile, soprattutto se si è stanchi e provati: il cuscino svolge questo compito al posto della neomamma, consentendole di riprendere fiato e concentrarsi sul proprio piccolino. Un regalo speciale per la propria compagna Il nostro cuscino “boomerang” si presenta con una fantasia stellata, misura 200 x 39 centimetri ed è realizzato nel rispetto dei massimi standard qualitativi per la sicurezza dei tessuti. Completamente made in Italy, è anallergico e lavabile con facilità, anche grazie alla cerniera lampo che è possibile aprire per separare l’involucro dall’imbottitura: se cercate un regalo per un’amica, una collega o la vostra compagna in dolce attesa, questo prodotto è una garanzia di comfort e un simbolo di premura, senza contare che potrà essere usato anche successivamente per il primo lettino del vostro bimbo o come elemento d’arredo nella cameretta dei vostri figli.  

Eucalipto in love

Come vi abbiamo raccontato all’interno del nostro precedente articolo, le collezioni primavera-estate 2022 si prendono cura della pelle e dell’ambiente, essendo realizzate con materiali ecologici e rispettosi della sensibilità del neonato. In particolare, abbiamo parlato delle fibre tessili ricavate dal bambù e dall’eucalipto, descrivendole in breve. Quest’oggi approfondiremo la conoscenza dell’eucalipto, con cui vengono realizzati completini unisex in tre colori (bianco, azzurro e rosa), copertine leggere adatte alla bella stagione, dou dou a prova di prima dentizione, pagliaccetti e scarpine. Un sempreverde dal profumo balsamico Appartenente alle Mirtacee, l’eucalipto è noto per il persistente e fortissimo odore, riconoscibile con facilità per le note pungenti; meno noto, invece, è il suo impiego nel settore tessile. I filati ricavati da questa pianta non hanno lo stesso aroma, ma hanno altre piacevoli caratteristiche che meritano di essere scoperte: vengono ricavati dalla polpa del legno di quest’albero, lavorata in modo meccanico per ottenere un prodotto finale setoso, lucente e morbido al tatto. La crescita dell’eucalipto è piuttosto veloce, cosa che permette un utilizzo molto più agile rispetto a quello del cotone, che necessita di più acqua per essere coltivato. Simile alla viscosa, la fibra che viene ricavata dal suo legno ha delle intrinseche proprietà antibatteriche, il che la rende perfetta per accompagnare i neonati dalla culla al passeggino, dal seggiolone al box, fino al momento della nanna. Vestitini per tutti i giorni Assorbente e traspirante, il tessuto di eucalipto è veramente adatto alla quotidianità: ipoallergenico, elastico e no stiro, aiuta i genitori ad occuparsi del proprio bimbo, che si sentirà coccolato e asciutto grazie ai capi d’abbigliamento ideati appositamente per le sue esigenze. Il nostro lyocell di eucalipto, inoltre, è un tessuto certificato Oeko-Tex Standard 100, completamente made in Italy e privo di componenti nocivi per la salute. Se il vostro pargolo, giocando con un dou-dou, volesse perciò mordicchiarlo, non dovrete preoccuparvi che ne riceva un danno: le sue gengive saranno sanissime e a voi non resterà che lavare il giocattolo per restituirglielo non appena sarà asciutto – per le sue caratteristiche, non ci metterà molto a tornare come nuovo! Quando il bimbo crescerà, se non vorrete tenere i suoi abitini come ricordo dei suoi primi mesi di vita, saprete inoltre di aver optato per un filato riciclabile al 100% e per questo amico dell’ambiente: altrettanto ecocompatibili, lo ricordiamo, sono anche i bottoncini in madreperla presenti su pagliaccetti e maglioncini. Ecco dunque tutte le principali informazioni su questo innovativo e sorprendente tessuto: per ulteriori dettagli sulla vestibilità dei singoli prodotti, vi rimandiamo ai link sottostanti.

CHI SIAMO

LA NOSTRA STORIA

Il Maglificio di Verona nasce nel 1975 dalla passione della famiglia Crivellente per la maglieria italiana.
Marito e moglie hanno avviato insieme una struttura a conduzione familiare di produzione di tricot da bambino in filati misto lana, pettinati e cardati, puro cotone, misti cashmere, misti angora, misti lana merinos e filati elasticizzati.
Sviluppatosi negli anni a livello nazionale ed internazionale, serve ad oggi i più importanti brand bimbo Ovs, Chicco Artsana, Prenatal, Bimbus, Preca Brummel, Idexe, Coccodè, Massimo Dutti, Habermaaß, nonché grossisti e negozi al dettaglio.

E la storia continua... >>